Τετάρτη, 20 Νοεμβρίου 2013

Un plagio istituzionale


Quel giorno che Berlusconi copiò
di Diego Novelli

In Germania il ministro della Difesa Karl-Theodor Guttenberg, uno dei più stretti collaboratori di Angela Merkel e astro nascente della politica tedesca, si è dimesso dal governo dopo le rivelazioni del quotidiano "SGrassettouddeutsche Zeitung", che lo accusava di avere copiato in gioventù la sua tesi di laurea.
Lo storico Luigi Firpo nel 1976 aveva curato l'edizione di "Utopia" di Thomas More, con una lunga introduzione e la traduzione del testo dal latino in italiano.


Il Cavaliere Berlusconi, fingendo di essere un intellettuale, plagiò l'opera di Firpo, stampandola sotto il suo nome, con un aureo libretto.
Lo storico venuto a conoscenza (da un'intervista televisiva) del plagio iniziò una querelle, che ebbe del farsesco, visto l' incrocio di telefonate e lettere del Cavaliere che imploravano "pietà".
Firpo giocò a lungo, come fa il gatto con il topo, ma non aderì a vie legali.
Della vicenda ne rimane testimonianza una lettera di Berlusconi dove è testualmente scritto: «Professore, per carità non mi rovini».
Sin d'allora era bugiardo.

Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου